Forte di Fenestrelle

Immaginatevi una muraglia lunga 3 km, serpeggiante dall’altezza di 1800 m di altitudine nella direzione del fondovalle, nel cuore del Parco Regionale Naturale Orsiera Rocciavre’, dove ovunque guardi si vede il paesaggio ondeggiante, il verde degli alberi e se sei fortunato puoi anche scorgere il predatore sul cielo celeste. Ecco la piu’ grande struttura militare d’Europa, situata 74 km dal centro di Torino.

Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
l’entrata al forte

Al Forte di Fenestrelle sono andata d’estate, incuriosita dalla foto e della descrizione che ho trovato nella guida sul Piemonte. Mi domandavo come mai e’ cosi’ poco conosciuto e perche’ non ne ho sentito parlare prima.

Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
il frammento della fortezza visto da sotto

Arrivata sul posto qualche minuto prima della 15.00, quando cominciava la seconda (e ultima) visita guidata che doveva durare 3 ore. Con scarpe comode, con la bottiglia d’acqua e la macchina fotografica in mano non vedevo l’ora di guardare da vicino questa misteriosa e poco conosciuta struttura. La visita e’ cominciata dal livello piu’ basso della struttura: il Forte San Carlo. Era dove una volta batteva il cuore del gigante e da qui propagavano gli ordini agli altri due forti: il Forte Tre Denti e il Forte delle Valli. In Forte San Carlo ho visto la chiesa, purtroppo fortemente  devastata di cui ci sono pochissime informazioni (fino alla seconda guerra mondiale serviva come deposito per l’artiglieria) e l‘edificio chiamato il Padiglione degli Ufficiali che serviva anche come prigione di stato. Tranne le celle, abbiamo visto un’enorme cucina, un magazzino viveri (uno dei tre della fortezza perche ogni  forte era dotato di dispense in grado di far sopravvivere anche un lungo assediamento).

Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
il Forte San Carlo
Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
il Padiglione degli Ufficiali

Dopo la prima ora al Forte San Carlo la guida ha indirizzato il gruppo verso la parte alta. L’arrampicata era facile ed era una attrazione per i bambini. Il sole splendeva, un leggero vento aiutava la passeggiata e si sentiva nell’aria il profumo dei pini. La guida (uno dei fondatori del’’organizzazione che si occupa del monumento) ci raccontava non solo della storia della fortezza, ma anche del lavoro enorme che i cittadini di Fenestrelle hanno fatto per ristrutturare un posto fortemente devastato.

Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
la strada per andare su
Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
non e’ un forno per pizza, ma una delle polveriere…
Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
uno degli edifici incontrati per strada

La storia della fortezza e’ insolita e triste. La costruzione e’ iniziata nel 1728 voluta da Vittorio Emanuele II, il re di Sardegna, con lo scopo difensivo contro i Francesi. I lavori sono durati 122 anni ed interessante il fatto che siano cominciati dall’alto per procedere giu’. La fortezza era famosa per le soluzioni moderne e uniche come, per esempio, la scala coperta di 4000 scalini che collegava tre forti ed assicurava il percorso sicuro nel caso dell’assediamento, oppure le mura cosi’ forti che erano in grado di resistere  al fuoco delle artiglierie. Il fatto e’ che mai e’ stata coinvolta nella battaglia, pero’ fino al 1920 e’ servita come prigione dello stato (una delle piu’ rigorose sulla Penisola Appeninica), e nel periodo fra le due guerre mondiali veniva usata come deposito dell’artiglieria. Dopo di questo comincia il periodo dell’abbandono e degrado e l’entrata in possesso delle piante spontanee e dei ladri. Il paradosso del destino ha fatto che la fortezza sia stata distrutta della forze interne, non quelle esterne…

Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
la scala coperta
Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
un belissimo paesaggio attorno alla fortezza
Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
il modello del monumento
Forte di Fenestrelle, Piemonte, Italia
lavanda spontanea

La fortuna le ha arriso nel 1990 quando fra i cittadini di Fenestrelle si e’ creato un gruppo di appassionati che hanno creato l’oranizzazione Associazione Progetto San Carlo Onlus. Il loro scopo era di ristrutturare il monumento e di promuoverlo come un interessante posto turistico. Dopo nove anni il forte di Fenestrelle e’ diventato il simbolo della provincia di Torino e oggi ognuno puo’ visitarla ed ammirare da vicino questa unica opera militare, la bellezza del paesaggio oppure partecipare ai diversi eventi culturali. Tantissime informazioni, la descrizione dettagliata di ogni edificio della fortezza e dettagli come visitarla si possono trovare sul sito ufficiale: http://www.fortedifenestrelle.com


Visualizza una mappa piu’ grande

2 pensieri su “Forte di Fenestrelle

  1. Buongiorno vorrei far notare ma senza sminuire la grandezza della stessa che mai nessuno ha parlato ho scritto il reale utilizzo della fortezza usato si come prigione ma sfortunatamente per i soldati borbonici tra il 1860 ed il 1870 fu un vero e proprio lager ( il primo vero lager italiano ) non per un migliaio ma parecchie migliaia di soldati mai usciti vivi.

    1. Grazie mille del tuo commento! Purtroppo la storia collegata con la fortezza e’ triste – mai usata a seconda della sua funzione, invece come prigione, ovvero anche un lager, poi abbandonata e lasciata al degrado. Menomale che nei tempi di oggi ha ritrovata il suo nuovo destino – come una dei piu’ interessanti posti turistici nel’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.